Giugno 2016: a oltre settant'anni dalla sua partenza per la Russia, abbiamo reso onore allo zio Giovanni, fratello del mio papà (e seppellito a Tëmnikov).
Un viaggio pieno d'emozione insieme a mia moglie Stefania, al cugino Giuseppe, a Domenica e alla mia amica Marianna.
Ecco due fotografie scattate molto velocemente: il luogo abbastanza impervio, infestato da zanzare e mosche grandi come noci, ci ha costretti a operare in fretta. Su una piccola targa abbiamo lasciato un pensiero rivolto non solo a Giovanni...

Giuseppe De Ritis

 

Temnikov Giugno 2016 1 Viaggio Giuseppe De Ritis 

 

 Temnikov Giugno 2016 2 Targa ricordo Giovanni De Ritis

 

 

Le immagini mostrano Giuseppe De Ritis e i suoi familiari accanto al cippo
eretto a cura del Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in memoria dei militari italiani deceduti a Tёmnikov
e, sotto, la targa posta alla base del cippo, in ricordo di Giovanni  De Ritis

  

 

 

Giovanni De Ritis, nato il 21 giugno 1920 a Pennadomo (CH), partì per il Fronte Orientale come geniere del IV Battaglione Chimici (8° Raggruppamento Chimico, alle dirette dipendenze del Comando d'Armata). Catturato dai Sovietici, morì il 3 gennaio 1943 nel vasto complesso di campi di Tëmnikov, contrassegnato dal numero 58. Situato nella regione di Saransk, in Mordovia, il campo era costituito da diverse sezioni. La triste contabilità numerica ci ricorda che là morirono oltre 4.300 prigionieri di guerra italiani, in massima parte nel campo 58/8. L'area cimiteriale, molto vasta, comprende innumerevoli sepolture comuni di dimensioni diverse...