13.06.15-Milano-Giardini-di-Via-Verziere-Il-monumento

 

Milano, 13 giugno – ore 10.30...

 

I giardini di Via Verziere sono affollati. Si attende l’inaugurazione del monumento voluto con grande tenacia dal presidente della sezione U.N.I.R.R. di Milano, Giuseppe Germano.

Il cielo è bigio e pallido, è piovuto da poco e sui fiori di ortensia dei giardini indugiano gocce minuscole.

La cerimonia, con un po’ di ritardo, ha inizio e il monumento viene scoperto tra gli applausi dei presenti, fra i quali è bellissimo vedere alcuni reduci di Russia.

 

La prima a prendere la parola è Carmela Rozza, assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano del Comune di Milano: sebbene denigri la scelta di mandare le nostre truppe al Fronte Orientale, sottolinea come tale campagna di guerra – che si risolse in tragedia per moltissime famiglie italiane – fu forse una delle scintille da cui scaturì la volontà di liberarsi dalla dittatura.

Il monumento è importante perché contribuisce a mantenere viva la memoria degli uomini – circa 90.000 – che non riuscirono a tornare in Patria.

 

Il presidente della sezione U.N.I.R.R. di Milano, Giuseppe Germano, è visibilmente commosso. Saluta e ringrazia tutti, in modo particolare il Comune di Milano, che ha consentito che le pratiche relative al monumento scorressero con una certa velocità.

La sua voce esita e si spezza più volte nel ricordare Bruna Zanon, friulana di nascita e milanese d’adozione, l’artista che ha realizzato il monumento senza nulla pretendere e che purtroppo è scomparsa di recente.

Nonostante la malattia, sino all’ultimo ha dato consigli preziosi su come portare a compimento il suo progetto.

Giuseppe Germano rimarca come la sua scelta si sia orientata su un’opera non strappalacrime ma simbolica e, prima di lasciarle la parola, ringrazia Luisa Fusar Poli, presidente nazionale U.N.I.R.R., che presenzia con il medagliere U.N.I.R.R. e il labaro della Presidenza.

 

Giuliano Piccoli - Classe 1922 - Battaglione Cividale - Divisione Julia - Deceduto a Nekrilovo il 12.03.1943Luisa Fusar Poli ricorda come il monumento sia sorto per mantenere la promessa fatta da Giuseppe Germano alla moglie Maria Rosa, prima che essa morisse: uno zio della signora, infatti, morì in prigionia nel campo di Nekrilovo e da parte dei coniugi Germano vi è sempre stata una forte motivazione a perpetuare il ricordo di quel ragazzo. Anche la Presidente Nazionale esprime ringraziamenti sentiti a quanti, con il loro fare collaborativo, hanno reso possibile questa giornata.

Evidenzia una volta di più l’importanza della memoria, di una memoria dignitosa e rispettosa nei confronti di tutti i caduti di Russia.

 

Dopo la benedizione del monumento, vengono deposte due corone commemorative alla base dello stesso.

Fuori dai giardini, il traffico milanese scorre indifferente, ma alcuni passanti – incuriositi – si soffermano e varcano il cancello per assistere.

Il cavalier Pietro Fabbris, reduce della Campagna di Russia e past-president U.N.I.R.R., legge la Preghiera del caduto in Russia e aggiunge poche parole significative sulla sua esperienza al Fronte Orientale.

 

Segue l’esibizione del Coro del Gruppo Alpini di Melzo, che termina con il Canto degli Italiani. Durante l’inno è struggente vedere i reduci presenti – quelli che ne hanno la possibilità – alzarsi in piedi e fare il saluto, con mano fermissima.

 

Ecco, la cerimonia è terminata. Si formano capannelli, si scambiano saluti, abbracci, sorrisi, emozioni... Poi a poco a poco la gente sciama fuori, assorbita dalla città. I giardini, piccola oasi verde a due passi dal Duomo, tornano silenziosi.

Un ultimo sguardo. Forse è solo un’impressione, ma tutto sembra così nitido, pulito, in pace.

 

 

  • 13.06.15 - Milano - Giardini di Via Verziere - Il monumento ancora coperto dal tricolore
  • Visite: 225
  • 13.06.15 - Milano - Giardini di Via Verziere - Il monumento viene scoperto
  • Visite: 225
  • 13.06.15 - Milano - Giardini di Via Verziere - Il tricolore viene tolto e il monumento è visibile
  • Visite: 219
  • 13.06.15 - Milano - Giardini di Via Verziere - La cerimonia è terminata...
  • Visite: 202

 

 


 

 

Qui sono disponibili altre immagini della cerimonia...