Dal diario del tenente medico Guido Balzani

La tragedia italiana sul Fronte Russo (1941-1943)

Presentazione e coordinamento di Pier Luigi Bertinaria

Fotografie, documenti, testimonianze raccolte da Bruno Ghigi

Bruno Ghigi Editore, Rimini, 1997

 

La tragedia italiana sul Fronte Russo copertinaTrentuno gennaio [1942, n.d.r.]

[...] Inghingolo, ex sarto per signore e signori, ora infermiere della Seconda Medicina. Pugliese nato pazzo, ma preciso e pulito come una donna.

Prende molta cura degli ammalati che persuade, che terrorizza, che obbliga al letto fermi e immobili nelle coperte ben rincalzate, tanto che credo impedisca loro di soddisfare perfino i bisogni naturali perché non guastino con movimenti la simmetria delle pieghe dei copriletti e delle lenzuola. [...]

 

Dodici febbraio

Da due mesi non riceviamo notizie da casa. La pioggia di ieri si è solidificata nella stretta del gelo in tanti denti di pettine.

 

Ventuno febbraio

I russi. Non sono dei primitivi contrariamente a quello che ho detto e udito; l'esperienza dei loro secoli di storia travagliata e difficile si è impietrita nei loro volti in una maschera inespressiva di indifferenza superiore a tutte le contingenze sia fortunose che tragiche. Lo sguardo, direi, tranquillo degli occhi e la lentezza della mano nell'afferrare e nell'abbandonare dicono che nel guadagno vi è pena e che la perdita non vale un dolore. Da loro non esiste la fretta, l'urgenza, la curiosità. [...]