La lettura di questa settimana è una poesia brevissima che, in apparenza, sembra non riguardare per nulla la Campagna di Russia. Tuttavia – ogni volta che la leggo – non posso fare a meno di pensare a mia nonna, e a tutte le spose che – come lei – hanno atteso per anni il proprio marito... senza vederlo tornare. I versi sono contenuti in un volumetto, 110 poesie per sopravvivere  (pubblicato da Ugo Guanda Editore)... un regalo del primo reduce che ebbi il coraggio di contattare: l'ingegner Gino Papuli, al Fronte Orientale con il 120° Reggimento Artiglieria Motorizzato. Nonno Gino ci ha lasciati, purtroppo, nel 2008...

  Patrizia Marchesini

 

Tutte le donne felici hanno

ritrovato il loro marito – egli torna dal sole

tanto è il calore che porta.

Ride e piano saluta

prima di dare un bacio alla sua meraviglia.

 

– Paul Éluard –

 

110 poesie per sopravvivere copertina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Paul Éluard, pseudonimo di Eugène Émile Paul Grindel  (Saint-Denis, 14 dicembre 1895 – Charenton-le-Pont, 24 settembre 1952), fu poeta francese surrealista.