Da Vita quotidiana durante la Campagna di Russia (1942-1943)

Il diario fotografico inedito di un alpino sul Don,

Pasquale Grignaschi, Interlinea Edizioni, Novara, 2000

  

Vita quotidiana durante la Campagna di Russia copertina10 dicembre 1942

[...]

Qualche giorno fa si sono presentati davanti agli avamposti due disertori sovietici e una pattuglia di alpini è uscita per segnalare loro il varco transitabile attraverso il campo minato. I due Russi non hanno compreso e, avanzando verso i reticolati, hanno fatto scoppiare due mine. Uno dei Russi e un alpino sono rimasti uccisi.

I campi minati possono diventare un’arma a doppio taglio.

A sera sono a Borgo Gesso, felice di potere riposare con qualche maggiore comodità che non in linea, ma soprattutto per la possibilità di ripulirmi un poco per bene. Quel certo formicolio ormai si è diffuso per tutto il corpo.

 

11 dicembre 1942

Un aereo tedesco ha erroneamente spezzonato un nucleo posamine della Divisione Cosseria, intento a saldare il loro campo minato con il nostro, interrotti al fiume Kalitva. Vi sono stati morti e feriti.

Dal Comando, di conseguenza, la solita circolare sulla intensificazione dell’addestramento con i teli di segnalazione aerea.

Sempre tempestive, le scartoffie.