×
Ricerche di militari

Prima di postare domande relative a ricerche di militari, si prega consultare la guida che abbiamo creato al seguente indirizzo:
www.unirr.it/ricerche/guida-per-le-ricerche-di-militari

× Richieste di aiuto nelle ricerche

Ricerca GIUSTO MORALI - 6 Rgt. Alpini - Tridentina

08/02/2018 11:17 #1 da Alessandro
Buongiorno.
Da qualche tempo sto aiutando una cara amica di famiglia nella ricerca di informazioni riguardanti un parente disperso in Russia durante la seconda Guerra mondiale, e mi sono imbattuto in questo sito, che reputo una risorsa molto preziosa.

Riporto di seguito i dati del soldato:
Nome e Gognome: Giusto Morali
Data e luogo di nascita: 20/07/1922, Oltre il Colle (BG)
Soldato di Fanteria Alpina
Divisione Alpina “Tridentina”
6^ Rgt. Alpini

Disperso nella campagna di Russia (Luglio 1942 – Marzo 1943)
Data di decesso / dispersione: 19/01/1943

Ovviamente, se ci fossero informazioni “certe” mi farebbe molto piacere, ma mi piacerebbe inoltre cercare di capire un possibile luogo di sepoltura.

In particular modo, la data di decesso o dispersione, che ho trovato sul sito della “Banca Dati per la ricerca dei Caduti e Dispersi in Guerra”, mi lascia un po’ perplesso.

Mi risulta infatti che il 6^ Rgt. Alpini abbia partecipato alla battaglia di Nikolajewka (26/01/1943), tuttavia la data di decesso / dispersion di Giusto Morali e’ di poco antecedente alla battaglia (19/01/1943).

La mia deduzione e’ quindi che Giusto Morali sia deceduto o sia stato catturato nella grande ritirata che precedette Nikolajewka.

Vi sarei grato se potesse dare indicazioni, o se la mia ipotesi di cui sopra vi sembra plausibile.

Cordiali ringraziamenti,

Alessandro

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

08/02/2018 18:26 #2 da Patrizia Marchesini
Buonasera, Alessandro.

Innanzitutto, ci gratifica sapere che ritiene questo sito una "risorsa molto preziosa".

Molto bello, aggiungo, che stia dedicando il suo tempo per aiutare un'amica a reperire informazioni su Giusto Morali.

Purtroppo, quando si parla di dispersi (e trascorsi 75 anni da quegli eventi), dare notizie certe non è facile.

La cosa che, subito, colpisce è l'appartenenza di Giusto al 6° Reggimento alpini (in correlazione con la data di scomparsa ufficiale assegnata dal Ministero della Difesa).

Iniziamo con il dire che - sebbene la battaglia di Nikolaevka sia divenuta un simbolo e abbia costituito l'ultimo grosso ostacolo da superare per la colonna della Divisione Tridentina (e per le aliquote di altri reparti, non solo italiani, che con essa stavano procedendo) - prima del 26 gennaio 1943 il Corpo d'Armata alpino aveva dovuto affrontare numerosi combattimenti nel tentativo di aprirsi la strada verso ovest.

Il ripiegamento - per i reparti dipendenti dal suddetto Corpo d'Armata - era iniziato il 17 gennaio.
Nello specifico, se consideriamo il 6° Reggimento della Tridentina, il 19 gennaio - a Postojalyj - il Battaglione Verona combatté duramente, subendo perdite molto gravi e fu costretto ad arretrare su Repjevka.

Il giorno successivo, non essendo stato superato l'ostacolo, a Postojalyj intervennero anche gli altri due Battaglioni del 6° - il Val Chiese e il Vestone, supportati da due Gruppi di Artiglieria (Bergamo e Vicenza) del 2° Reggimento Artiglieria della Tridentina... e la località venne occupata dalle nostre truppe.

Quindi, secondo la mia ipotesi, Giusto forse era assegnato al Battaglione Verona e, a seguito della battaglia di Postojalyj, di lui si persero le tracce.

Per scoprire se questa ipotesi possa avere un fondamento è necessario procurarsi copia del Foglio Matricolare e del Verbale di Irreperibilità, documenti importanti e basici per cominciare le proprie ricerche. Da essi sarà possibile desumere almeno il reparto di appartenenza.

In merito, suggerisco di dare uno sguardo alla Guida per le ricerche disponibile in questo sito (può accedervi anche dalla home-page, oppure dall'omonima Sezione Ricerche del menù che compare in alto).

Sottolineo, tuttavia, che la data di scomparsa (anche se ci fornisce qualche indicazione) è comunque indicativa: come lei stesso ipotizza, non si può escludere che Giusto Morali fosse stato catturato, morendo in prigionia prima che le autorità sovietiche avessero modo di registrarne le generalità.

In tal caso, purtroppo, è arduo (se non impossibile) appurare le circostanze del suo decesso: i prigionieri (già debilitati del ripiegamento) soprattutto nei primi mesi del 1943 dovettero fare fronte a condizioni di vita che definire drammatiche è un eufemismo... la mortalità raggiunse percentuali altissime.

I numeri parlano da soli: si stima che, nell'inverno 1942-1943 furono catturati circa 60.000-70.000 militari dell'Armata italiana in Russia.
Al termine del secondo conflitto mondiale, solo poco più di 10.000 fecero ritorno.

Alcuni - un gruppetto conosciuto come gli ultimi 28 (anche se sembra fossero un po' di più) vissero una prigionia lunghissima, rientrando chi nel 1950, chi - addirittura - nel 1954.

Una volta appurato il reparto di appartenenza di Giusto, suggerisco di consultare l'elenco bibliografico a disposizione in questo sito (anche questo, come il file-guida, è accessibile dalla home-page), per approfondire l'argomento con letture mirate.

Infine, se la sua amica ha una foto di Giusto, può inviarla (mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e provvederemo a pubblicarla in tempi brevi nella galleria-immagini dedicata ai deceduti al Fronte Russo.
Sarebbe preferibile una foto mezzobusto, in formato .jpg.

Un caro saluto a lei e alla sua amica.


Patrizia


P.S.
Aggiungo che il reparto di appartenenza potrebbe essere desunto anche da eventuali lettere o cartoline inviate da Giusto mentre era al Fronte Russo: i nostri soldati erano di solito molto scrupolosi nel riportare il mittente, perché questo avrebbe consentito loro di ricevere posta da casa.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

08/02/2018 19:02 #3 da Patrizia Marchesini
Quasi dimenticavo di parlare di un altro aspetto, che lei evidenzia nel suo commento.

Se si parla di un disperso, è molto difficile scoprire - è intuibile - il luogo in cui riposano (da allora) i suoi resti.

I nostri soldati morti durante il ripiegamento vennero inumati dalla popolazione civile nella primavera del 1943, al momento del disgelo.
In tali sepolture comuni furono sistemati i corpi non solo dei militari italiani, ma molto spesso anche quelli di militari di altre nazionalità eventualmente coinvolti in un determinato scontro.

A Postojalyj, nello specifico, il Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti (Ministero della Difesa) ha esumato - parecchi anni fa - alcuni resti da una fossa comune. Nella cripta del Tempio-Sacrario di Cargnacco (UD) (dedicato ai caduti e dispersi della Campagna di Russia) una lapide porta incisi i nomi dei militari i cui resti furono esumati a Postojalyj e rimpatriati, e che ora si trovano tumulati dietro la lapide medesima.

Immagino che il suddetto Commissariato Generale abbia una lista di tali nominativi.
Se i resti di Giusto fossero fra quelli a Cargnacco, il Ministero della Difesa avrebbe dovuto avvisare la famiglia.
Che io sappia, solo alcuni di quei militari vennero identificati con certezza... può cmq rivolgersi al Commissariato Generale (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per saperne di più...
Magari prima è meglio accertare il reparto di appartenenza di Giusto, per capire se l'ipotesi di Postojalyj abbia un reale fondamento.

Cordiali saluti.


Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/02/2018 12:58 #4 da Patrizia Marchesini
Salve, Alessandro.

Volevo ringraziarla per averci fatto pervenire la foto di Giusto Morali.
L'ho appena aggiunta alla galleria-immagini dedicata ai deceduti al Fronte Russo.
Le foto vengono mostrate di default in ordine alfabetico per cognome, ma potrà visualizzare in modo veloce quella di Giusto sfruttando la funzione di ricerca che noterà in alto e a sinistra nella schermata.
Basta inserire il cognome (in questo caso, Morali)... un clic successivo sull'icona rettangolare permetterà di ingrandire la foto medesima.

Ho anche associato l'immagine alla scheda di dettaglio di Giusto.
Per verificarlo occorre visualizzare il nome di Giusto Morali grazie alla schermata di ricerca caduti . A questo punto è necessario un clic sulla piccola lente di ingrandimento che compare a sinistra del nominativo del militare: si aprirà la scheda di dettaglio, che è possibile anche stampare.

Cordiali saluti (anche alla sua amica, parente di Giusto).


Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Maurizio ComunelloPatrizia Marchesini