×
Ricerche di militari

Prima di postare domande relative a ricerche di militari, si prega consultare la guida che abbiamo creato al seguente indirizzo:
www.unirr.it/ricerche/guida-per-le-ricerche-di-militari

× Benvenuti sul forum del Fronte Russo!

Racconta a noi e ai nostri iscritti chi sei e cosa cerchi.
Diamo il benvenuto a tutti i nuovi iscritti!

34° Autoreparto (e altro)

29/03/2017 22:56 #55 da magistrelli
Ciao Patrizia,
anch’io ho fatto gli stessi ragionamenti che hai fatto Tu e di conseguenza ho tratto le stesse conclusioni.
Il 3° Centro automobilistico è lo stesso centro in cui venne richiamato mio padre il 3 Maggio 1940.
Assegnato al 34° Autoreparto il 12 Giugno e il 15 Giugno era già in territorio dichiarato in stato di guerra (Fronte Occidentale).
Il Centro Automobilistico del II Corpo d’Armata (Milano) fu costituito nel 1920. Nel 1923 prese il nome di 2° Rgp. trasporti, nel 1926 prese il nome di 3° Centro automobilistico e nel 1942 ebbe la denominazione di 3° Autieri. Fu sciolto nel 1943 a seguito dei fatti che determinarono l’armistizio.
Ciascun centro automobilistico è costituito da un comando e da un numero vario di gruppi; a ciascun centro corrisponde, di massima, un deposito territoriale.
Ho trovato ancora qualche notizia sugli autieri a Stalingrado. Appena ricontrollato faccio sapere.
Grazie ancora.
Claudio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/03/2017 07:43 #56 da Patrizia Marchesini
Ciao, Claudio.

Grazie per i chiarimenti ulteriori.

Era intuibile che - in effetti - non fosse partito l'intero 3° Autocentro, quanto piuttosto uno o più degli Autoreparti che dipendevano dall'Autocentro medesimo. Bisognerebbe capire, quindi, a quale Autoreparto era assegnato Augusto Ferri.

Anche limitandoci a quelli partiti con il C.S.I.R. - e oltre al 34° - le possibilità sono diverse.

Dovrei consultare, in proposito, il librone sui Servizi Logistici, verificando se - per uno o più di tali Autoreparti - è menzionata una lunga sosta a Leopoli.

Quando vuoi aggiungere altro... siamo qui.

Buona giornata.


Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/03/2017 15:19 #57 da Patrizia Marchesini
Rieccomi.

Dopo avere dato uno sguardo veloce al libro sui Servizi Logisitici - a cura USSME - devo dire che eccetto le incongruenze già notate a suo tempo tra il Servizio Trasporti del C.S.I.R. (secondo quanto risulta dal Quadro di Battaglia ufficiale) e ciò che riporta il volume suddetto alle pagine 126 e 127... non ho scoperto nulla che faccia pensare a una sosta prolungata di uno o più autoreparti a Leopoli.

La cosa è logica, se si pensa che già con i mezzi disponibili si faceva molta fatica a trasportare gli uomini verso est, senza contare le difficoltà relative al rifornimento puntuale di tutto quanto era necessario ai reparti avanzanti.

Risulterebbe surreale che, con la penuria di mezzi che tutti lamentavano, un certo numero di essi fosse rimasto fermo a Leopoli per dieci mesi, così come riferisce il racconto sull'autiere Augusto Ferri.

Permangono, quindi, numerose perplessità su tale testimonianza.

Un caro saluto.

Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/03/2017 22:08 #58 da magistrelli
Ciao Patrizia,
come sempre sei estremamente veloce e precisa. Io non ho fatto in tempo a controllare il volume sui Servizi Logisitici - a cura USSME.
Ho fatto un ragionamento molto semplice. Per il trasporto delle Divisioni Autotrasportabili Pasubio e Torino fu adibito il solo XXIX Autogruppo con gli Autoreparti Pesanti: 33º, 34º, 96º, 97º. A malapena trasportavano la Pasubio mentre i poveri fanti della Torino dalla zona di scarico e radunata hanno fatto a piedi fino a Perwomaisk. Dal 5 settembre 1941 il XXIX Autogruppo, lasciata la Pasubio ferma sulla sponda destra del Dniepr, ritornò a Perwomaisk e trasportò la Torino a Dniepropretowk. Tale autotrasporto fu completato il 15 settembre.
Pertanto è assurdo pensare che tanti mezzi inoperosi per mesi erano fermi a Leopoli.
Le numerose perplessità su tale testimonianza penso siano doverose.
Ti ringrazio.
Claudio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/04/2017 08:40 #59 da Patrizia Marchesini
Già... avevo controllato il librone sui Servizi Logistici per scrupolo, in caso ci fosse sfuggito qualcosa (che andrebbe contro ogni logica possibile).

A risentirci, e grazie a te.

Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/04/2017 16:14 #60 da magistrelli
Ciao Patrizia
Andando a rileggere, tanto per cambiare, la parte riguardante i trasporti fatti con automezzi sul volume dei Servizi Logisitici - a cura USSME mi sono accorto di poche righe a pag.149 che trattano degli autieri rimasti a Stalingrado. Mi era sempre sfuggito. Nel trafiletto è inserita una riga che non ha nulla a che fare con l’argomento Stalingrado e letto in sequenza risulta difficile capire il senso di quanto scritto. Parla di 2 trasporti fatti a Stalingrado nel mese di novembre 1942. Il primo di 33 autocarri e il successivo di 200 appartenenti all’ 8° Autoragruppamento. Questa seconda formazione fu tagliata in due dalle operazioni iniziali della “battaglia del Volga” (19 novembre 1942). Risultarono dispersi 2 ufficiali e 72 autieri, con 50 autocarri, ripiegati su Stalingrado dividendo la sorte di quel presidio. Dati che sono in linea di massima combacianti con altri trovati su altri volumi. Teniamo conto che nei momenti in cui sono stati riportati questi dati al fronte la situazione era difficile da verificare. Questo è un motivo in più per confermare i dubbi sul racconto dell’autiere Augusto Ferri.
Grazie e a risentirci.
Claudio
P.s. Sono veramente dispiaciuto di non aver potuto partecipare alla S. Messa nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano. Gli impegni non me lo hanno permesso.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Patrizia MarchesiniMaurizio Comunello